Analytics

5

Checkbox da completare

0

Pagine di approfondimento

3

Contributors per questa pagina

5

Checkbox

3

Contributor

Introduzione

In questa fase l’obiettivo non è quello di tracciare tutto quello che succede sul tuo prodotto, dato che abbiamo solo un pretotipo.

L’obietto qui è capire se il tuo target, che hai validato percepire un certo problema, è interessato alla tua soluzione.

Vediamo qui di seguito il modo più semplice per farlo.

Autori

[publishpress_authors_box layout="ppma_boxes_7132"]

15 m

Cosa tracciare

Ti consigliamo di prendere carta e penna oppure di utilizzare Miro stesso per disegnare il percorso che il tuo utente farà nel tuo esperimento.

A questo punto bisogna definire cosa vogliamo sapere.

Di solito in questa fase contano di più i dati qualitativi che potrai intercettare proponendo la tua soluzione attraverso delle chiamate rispetto a mandare semplicemente un sito web.

Qualora usassi un supporto online le analisi qualitative puoi farle con Clarity di Microsoft che registra il comportamento degli utenti sul sito web.

Puoi anche decidere di inserire un sondaggio di feedback con Hotjar per capire cose specifiche.

A livello quantitativo invece non avrai bisogno di analizzare molto in questa fase, le cose importanti sono le seguenti:

  • Quante persone vedono la mia proposta di valore (es. landing page)
  • Quante persone fanno Z (azione richiesta per dimostrare skin in the game)
  • % di chi converte rispetto a chi vede (la nostra X)

5 m

Creare un Account Google Tag Manager

Ti servirà per metterci dentro tutti i sistemi di tracciamento senza dover ogni volta toccare il codice del sito web.

Inoltre permetterà di fare dei tracciamenti avanzati in modo molto semplice.

5 m

Creare un Account su Google Analytics 4

Tool di tracciamento per eccellenza. Ti consigliamo Google Analytics perché è uno dei più semplici da configurare e perché ha una compatibilità con qualsiasi altro strumento, soprattutto per chi come noi preferisce la suite Google.

5 m

Creare un Account su Microsoft Clarity

Tool gratuito, senza limitazioni, per il tracciamento dei click, heatmaps (mappe di calore) e registrazioni schermo dei tuoi visitatori.

All’inizio sarà utilissimo per fare delle analisi anche di UX della pagina web.

5 m

Installare Tracciamento su Sito Web

Qui ti spieghiamo come installare il codice di tracciamento sia via codice che attraverso un plugin per WordPress (metodo consigliato).

  1. Vai su Plugin
  2. Aggiungi nuovo Plugin
  3. Cerca Google Tag Manager
  4. Installa e Attiva GTM4WP (icona arancione)
  5. Clicca a sinistra (sul menu di WordPress) su Impostazioni
  6. Clicca su Google Tag Manager
  7. Inserisci il codice contenitore che vedi su Google Tag Manager
  8. Seleziona On in alto e Off in basso
  9. Salva!

Inserisci, più in alto possibile, nella sezione <head> il codice che ti fornisce Google Tag Manager quando crei account.

Inserisci anche la parte del <body> appena aperto il tag.

Cosa vuoi dirci?

Gli amministratori del sito revisioneranno il tuo feedback,  richiesta o altro insieme a quello degli altri utenti per migliorare il prodotto rendendolo più semplice e chiaro. 

Ps. Non rispondiamo sempre, ma ci proviamo.