Pitch

15

Checkbox da completare

2

Approfondimenti nella pagina

3

Contributors per questa pagina

15

Checkbox

3

Contributor

Introduzione

Abbiamo già visto l’ Elevator Pitch, la presentazione rapida da “ascensore” . passiamo ad una presentazione in cui raccontare al meglio il tuo progetto, far percepire il potenziale del business model e creare curiosità negli investitori.

Autori

[publishpress_authors_box layout="ppma_boxes_7132"]

Setup

15 m

Crea tre versioni del tuo Pitch
  • One pager
  • Investor pitch
  • Presentation
Obiettivo

L’obiettivo di un Pitch è incuriosire l’investitore attraverso una spiegazione chiara di cinque punti fondamentali:

  • Problema
  • Soluzione
  • Mercato
  • Trazione
  • Team

Tutti questi elementi andranno supportati con dati concreti che invoglieranno gli investitori a richiedere maggiori dettagli che di solito verranno discussi con delle chiamate individuali in un processo più o meno lungo chiamato due diligence.

10 m

Scegliere lo strumento per realizzare le slide

Ti diamo qualche consiglio con vantaggi e svantaggi.

Vantaggi:

  • Gratuito
  • Usa l’AI di OpenAI per generare la bozza della presentazione
  • Genera immagini in automatico con Dall-e 2 di OpenAI
  • Design responsive editabili e di qualità senza impegno
  • Condivisione su ogni schermo tramite link

Svantaggi:

  • Minore personalizzazione
  • Nessun tracciamento nella visualizzazione (a parte se chiedi la richiesta accesso)

Vantaggi:

  • Gratuito
  • Collaborazione fluida tramite account Google
  • Gestione accessi in visualizzazione, commento e modifica
  • Chiunque può visualizzarlo allo stesso modo senza avere alcun software

Svantaggi:

  • Nessun tracciamento nella visualizzazione (a parte se chiedi la richiesta accesso)

Pro-tip: puoi partire da template già creati che trovi su slidesgo.com

Vantaggi:

  • Template già pronti
  • Semplicità di utilizzo

Svantaggi:

  • Analytics solo nella versione Pro (costo 8€)
  • Creazione di un account apposito

I migliori sono:

Slidebean.com

Pitch.com

Vantaggi:

  • Personalizzazione massima
  • Collaborazione in tempo reale

Svantaggi:

  • Tempo di apprendimento più lento
  • Non tutti sono capaci di utilizzarlo

10 m

Crea la prima variante di Pitch

Qui di seguito una immagine come quella della landing page in cui spieghiamo la struttura di un Pitch e la funzione di ogni pagina.

  • Problem
  • Opportunity
  • Solution
  • Product
  • Market
  • Target
  • Team
  • Fund request

Importante: Non leggere le slide per presentare! Le slide devono avere pochissimo o niente testo e concentrarsi su immagini e grafici significativi.  Sarai tu a riempire gli spazi bianchi a voce.

Slide Principali

30 m

Problema

La prima slide del tuo Pitch ha l’obiettivo di far percepire a chi hai di fronte che esiste un problema irrisolto nel mercato e che lo comprendi bene. Arriva al nocciolo e chiarisci qual è il punto critico.

Racconta una storia in cui mostri che il problema è percepito dai tuoi potenziali clienti e stanno provando a risolverlo senza riuscirci.

Gli aspiranti imprenditori italiani impiegano mesi prima di capire veramente quali sono i primi passi da fare in una Startup. Si affidano ad incubatori o consulenti a pagamento, leggono libri e un sacco di articoli sul web ma così facendo perdono tempo e risorse invece di validare la propria idea.

30 m

Soluzione

Nella seconda slide è il momento di chiarire come la vostra soluzione risolvere il problema e il punto critico, e soprattutto perchè è migliore delle altre soluzioni disponibili sul mercato. 

Sempre qui specifica anche il prezzo a cui vendi la tua soluzione e il modello di revenue che hai definito nel Business Model.

Se hai un prodotto fisico, mostralo. 

Se hai un prodotto digitale usa un mockup.

Un percorso pratico e check by check con cui iniziare la validazione dal giorno 0, con elementi di teoria chiari e semplici inseriti nel percorso.

30 m

Mercato

L’obiettivo della terza slide è far percepire agli investitori che il tuo mercato di riferimento è interessante. Mostragli il TAM e i Trend.

Moltiplica il numero di utenti che usa una soluzione alternativa per il prezzo della tua soluzione. 

Questo è il TAM (Total Addressable Market) e se è di almeno 1 Miliardo di $ a livello globale avrai l’attenzione del tuo investitore.

Mi raccomando, non gonfiare i numeri, gli investitori se ne accorgono. Se il TAM è troppo piccolo, forse è il caso di fare un pivot ancor prima di presentare.

Informati sui trend del tuo mercato e usa i dati a tua disposizione per dimostrare che è in crescita. Anche in questo caso, non mentire. Gli investitori se ne accorgono.

1 h

Traction

Avere una buona trazione significa che nel tempo un numero crescente di utenti desidera la vostra soluzione. 

È quindi il momento di parlare di numeri: inserisci un grafico con il tasso di crescita settimanale o mensile e proiettalo nei prossimi 18 mesi per mostrare dove siete arrivati e gli obiettivi che vi aspettate di raggiungere nelle prossime fasi di sviluppo della Startup.

Ricorda che per essere Startup può essere ritenuta validata solo se cresce del 5-7% alla settimana, 

15 m

Team

Il Team è l’elemento che più determina il successo o fallimento di una Startup.

Dovete dimostrare di essere ossessionati dalla risoluzione del problema e che siete le persone giuste per realizzare una soluzione. Non serve avere nel team il nuovo Steve Wozniak, ma se lo sviluppatore comprende il problema perchè l’ha vissuto in prima persona o ha esperienza nel settore è un enorme punto a favore: chiariscilo.

Se a questo punto non esiste ancora un team, è preferibile andare avanti in modalità bootstrapping.

15 m

Slide finale

Crea una slide finale in cui inserire 

  • il Logo della tua Startup e il dominio del sito web
  • un un claim forte che trasmetta la missione che stai portando avanti 
  • mail e telefono per proseguire la chiacchierata con te qualora fossero interessati.

Slide secondarie

Se fino a qui hai dei dati interessanti, vorranno sapere di più. Inserisci queste slide dopo quella finale e guardale con loro solo se sono interessati per non fargli perdere tempo.

15 m

Go To Market

Mostra in che modo pensi di andare sul mercato a prenderti clienti.

Non fare un mero elenco di canali che utilizzerai, cerca di far passare il concetto che hai avuto delle intuizioni su modi molto utili per attrarre e convertire clienti.

15 m

Richiesta Capitale

Chiarisci quanto vuoi, in cambio di cosa e la valutazione finale dell’azienda, e soprattutto a cosa ti serve il capitale. Dimostrerai di avere le idee chiare. 

Se il capitale serve ad accelerare qualcosa che funziona già e puoi dimostrarlo, gli investitori non vedranno l’ora di investire. 

Non serve entrare troppo nel dettaglio, ci sarà la fase di due diligence successiva per questo.

15 m

Cap Table

Se hai già raccolto investimenti, la Cap Table mostrerà in modo semplice e chiaro la divisione in percentuale delle quote aziendali ai nuovi investitori.

Se non sei quindi in fase pre-seed, genera quindi un Google Sheets inserendo un grafico a torta con le percentuali di quote per ciascun socio, indicando anche il suo nome e cognome, se è socio fondatore o no utilizzando il grassetto o dei colori diversi. 

Inserisci poi sotto i dati più approfonditi in una tabella con:

  • Nome e Cognome del socio
  • Socio fondatore (sì/no)
  • Data di ingresso in società
  • Valutazione di ingresso in società
  • Percentuale posseduta
  • Tipo di apporto (soldi o lavoro)
  • Quote riservate a stock option (quote premio) per i dipendenti

15 m

Prepara una Appendice

Sicuramente vorresti parlare di altre mille cose.

Inoltre, è molto probabile che, facendo un Pitch dopo l’altro ti arriveranno domande a cui non hai ancora una risposta pronta.

Semplice: prendi appunti e quando torni a casa prepara le slide.

Non inserirle però necessariamente nel Pitch, tieni le slide dopo l’ultima conclusiva, ti serviranno come materiale per rispondere alle domande del pubblico e vedere che sei già pronto e non sprovveduto.

Cosa vuoi dirci?

Gli amministratori del sito revisioneranno il tuo feedback,  richiesta o altro insieme a quello degli altri utenti per migliorare il prodotto rendendolo più semplice e chiaro. 

Ps. Non rispondiamo sempre, ma ci proviamo.