MVP

Introduzione

MVP sta per Minimum Viable Product o prodotto minimo funzionante, è considerato il concetto principale del metodo Lean Startup: rappresenta la versione del prodotto o servizio con caratteristiche sufficienti da poter essere utilizzato dai primi clienti, e permette, attraverso i feedback raccolti, di validare l’intero Lean Model Canvas.

Autori:

Preferisci un video?
Cos'è un MVP

Il Minimum Viable Product, meglio conosciuto in ambito startup con l’acronimo MVP, è uno dei punti cardine del metodo Lean Startup e del Lean Validation Canvas.

In italiano viene tradotto come “prodotto minimo funzionante” e nella sua prima versione è il prodotto più semplice, rapido ed economico da costruire con cui far sperimentare al nostro target la nostra soluzione e in particolare la UVP.

Lo scopo di un MVP

Come specificato nella pagian di approfondimento sul Lean Validation Canvas, lo scopo di un MVP è validare il Lean Model Canvas.

Non è trovare clienti, non è creare una bozza di prodotto, non è nemmeno iniziare a fatturare. Questi sono tutte conseguenze desiderabili e parti del processo di creazione dell’MVP, ma non rappresentano il suo fine.

In quanto parte del processo di validazione, sarà iterato e richiederà probabilmente dei Pivot, ovvero dei cambi di rotta più o meno drastici in base ai risultati raccolti.

Lo ripetiamo per sicurezza: lo scopo dell’MVP è validare il lean model canvas.
Il giusto modo di creare un MVP

Benchè imperfetto per natura, l’MVP deve comunque soddisfare quattro caratteristiche chiave alla fine di ogni iterazione:

Le caratteristiche dell’MVP devono essere utili solo a testare specificatamente la value proposition, niente di più

Deve essere testato e funzionante.

Gli utenti devono essere in grado di completare azioni mirate e ottenere vantaggi specifici dall’utilizzo dell’MVP, ovvero possono effettivamente percepire la value proposition

Questo è il punto di contatto con il cliente, non serve niente di straordinario, ma neanche qualcosa sotto lo standard. Ovviamente il design dipende molto dal target, ma in generale deve essere paragonabile a quello dei competitors.

Cosa non è un MVP

Non è una versione iniziale del prodotto. Questo approccio implica concentrarsi solo sulle funzionalità di base trascurando gli altri elementi importanti e soprattutto il suo vero scopo.

Perchè creare un MVP

Perchè in quanto parte del processo di validazione permette di evitare rischi e investimenti in direzioni incerte. 

Al contrario minimizza il tempo e gli investimenti nella ricerca della giusta direzione, con lo scopo di rendere solide le basi dell’intero business. 

“L’MVP è la versione di un nuovo prodotto che permette ad un team di raccogliere la massima quantità di informazioni validate sui clienti con il minimo sforzo.”
Eric Ries – The Lean Startup

Cosa vuoi dirci?